L'Escalade


Categoria:
Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

«Et ainsi périssent les ennemis de la République!». Rompendo una marmitta di cioccolato i ginevrini celebrano ogni anno la loro improbabile vittoria sul Duca di Savoia. Quest'ultimo, si era in effetti lanciato all'assalto della città nella notte tra l'11 e il 12 dicembre 1602 scalando le mura cittadine accompagnato da oltre 2000 uomini. L'attacco, respinto dalla coraggiosa popolazione, tra cui la leggendaria mère «Royaume», che avrebbe gettato una marmitta sul nemico, segnò durevolmente gli spiriti. E se la tradizione della rottura della marmitta non s'impone che nel 1881, la rievocazione della vittoria prende forma già nel 1603. Solenne quanto satirica, separerà per molto tempo i ginevrini in due fazioni: coloro che tengono alla ricostruzione storica e coloro che preferiscono il divertimento che assumerà toni da carnevale protestante nell'Ottocento.

Simbolo per eccellenza dello spirito ribelle e indipendente dei ginevrini, è un'occasione per i più giovani di bussare alla porta dei vicini inneggiando, in cambio di qualche moneta o caramella, «Ah la belle Escalade» o «C’é qu’è lainô», una delle rare tracce ancora in uso del patois savoiardo. Il fine settimana più vicino a questa data si tengono inoltre varie celebrazioni in costume, discorsi ufficiali e altri cortei storici. La Cattedrale di Saint-Pierre accoglie in quest'occasione un culto al quale convengono varie religioni e, dal 1978, la non meno epica «Course de l’Escalade», anch'essa organizzata il primo fine settimana del mese di dicembre.

Gallerie di immagini

  • Verbale della seduta del Consiglio di Ginevra di 12.12.1602, alle otto del mattino, relativo al tentativo delle truppe savoiarde d'impossessarsi della citta © AEG, 2005
  • Verbale della seduta del Consiglio di Ginevra,12.12.1602, alle otto del mattino, relativo al tentativo delle truppe savoiarde d'impossessarsi della citta © AEG, 2005
  • Trascrizione del verbale di domenica 12 .12.1602, relativo al tentativo delle truppe savoiarde d'impossessarsi della città © AEG, 2005
  • Messaggero: cerimonia dell'«Escalade» nel cortile di Saint-Pierre © L. Buscarlet/Cie de 1602
  • «Dame Royaume»: corteo storico dell'«Escalade» © Ph. Pedat/Cie de 1602
  • Donne e bambini: corteo storico dell'«Escalade» © Ph. Pedat/Cie de 1602
  • Sulle tracce del Duca di Savoia, un gruppo di uomini e donne pacifici si lancia all'assalto di Ginevra © Ass. Course de l'Escalade, 2007
  • Il «Bourg-de-Four», cuore del centro storico di Ginevra, si trasforma in terreno da gioco privilegiato dei podisti più giovani © Ass. Course de l'Escalade, 2010
  • Parc des Bastions: un gruppo variopinto di tutte le religioni sfila sotto l'occhio vigile dei Riformatori © Ass. Course de l'Escalade, 2010
  • Culto dell’«Escalade» © Eddy Mottaz/Eglise protestante de Genève, 2010
  • Culto dell’«Escalade» © Eddy Mottaz/Eglise protestante de Genève, 2010
  • Verbale della seduta del Consiglio di Ginevra di domenica 12 dicembre 1602, alle otto del mattino, relativo al tentativo delle truppe savoiarde d'impossessarsi della citta © Archives d’Etat de la République et Canton de Genève, 2005
  • Verbale della seduta del Consiglio di Ginevra di domenica 12 dicembre 1602, alle otto del mattino, relativo al tentativo delle truppe savoiarde d'impossessarsi della citta © Archives d’Etat de la République et Canton de Genève, 2005
  • Trascrizione del verbale della seduta del Consiglio di Ginevra di domenica 12 dicembre 1602, alle otto del mattino, relativo al tentativo delle truppe savoiarde d'impossessarsi della città © Archives d’Etat de la République et Canton de Genève, 2005
  • Messaggero: cerimonia dell'«Escalade» nel cortile di Saint-Pierre © L. Buscarlet/Cie de 1602
  • «Dame Royaume»: corteo storico dell'«Escalade» © Ph. Pedat/Cie de 1602
  • Donne e bambini: corteo storico dell'«Escalade» © Ph. Pedat/Cie de 1602
  • Sulle tracce del Duca di Savoia, un gruppo di uomini e donne pacifici si lancia all'assalto di Ginevra © Association Course de l'Escalade, 2007
  • Per un giorno, il «Bourg-de-Four», cuore del centro storico di Ginevra, si trasforma in terreno da gioco privilegiato dei podisti più giovani © Ass. Course de l'Escalade, 2010
  • Nel «parc des Bastions», un gruppo variopinto di tutte le religioni sfila sotto l'occhio vigile dei Riformatori © Association Course de l'Escalade, 2010
  • Culto dell’«Escalade» © Eddy Mottaz/Eglise protestante de Genève, 2010
  • Culto dell’«Escalade» © Eddy Mottaz/Eglise protestante de Genève, 2010

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Monique Bertossa : Ceux de 1602. Ed. Compagnie de 1602. Genève, 1977

  • Comité du 350e anniversaire de l’Escalade (Ed.) : L’Escalade de Genève, 1602. Histoire et tradition. Genève, 1952

  • Eugène-Louis Dumont : 1926-1976. Carnet de bord de la Compagnie de 1602. Ed. Compagnie de 1602. Genève, 1977

  • Jean-Pierre Ferrier : Histoire de la fête de l’Escalade. In : L’Escalade de Genève, 1602. Histoire et tradition. Genève, 1952, p. 489-530

  • Bernard Lescaze : Escalade et coutumes de table. De quand date la marmite en chocolat ? In : Revue du vieux Genève no. 21. Genève, 1991, p. 92-96

  • Pierre Morath, Philippe Longchamp : La Course de l’Escalade. Miroir de son temps, héritière des siècles. Yens sur Morges, 2002

Multimedia
  • Ah, la belle Escalade 
    Concert de carillon pour l'Excalade  
    Ein Beispiel für die Kunst des Carillon-Spiels
    Ref. Fonoteca nazionale svizzera:
    DAT664 Tr. 2

Dossier
  • L'Escalade

    description détaillée Ultima modifica: 24.08.2012
    Grandezza: 280 kb
    Tipo: PDF